Chi siamo

SYMPLE è una Start-Up innovativa costituita a gennaio 2021 dai Soci Fondatori:

Francesca Lotti
Fabio Romani
Sara Leggio
Daniele Bruschi
Luigi Lana

Francesca Lotti, PhD, è idrogeologa, modellista, docente e partner Kataclima srl. Ha quasi 20 anni di esperienza nelle indagini di campo e nella modellazione numerica con MODFLOW e FEFLOW di siti contaminati, miniere, sistemi geotermici, acquiferi costieri e progetti di dewatering ed altro.
Collabora con istituzioni di ricerca e società a livello nazionale ed internazionale. Dal 2001 al 2014 ha svolto attività di ricerca presso l’Università degli Studi della Tuscia; dal 2008 è docente all’Università di Camerino, dove ha seguito numerose tesi magistrali e di dottorato. Tiene regolarmente corsi professionali, tutoring aziendali e lezioni presso Master di II livello.

Fabio Romani, amministratore Unico di Kataclima, esperto in Gestione dell’Energia del settore industriale (“EGE” certificato ai sensi della UNI11339) coordina dal 2010 le attività in campo ambientale ed energetico di Kataclima srl. Dal 2001 ha maturato esperienze tecnico-gestionali soprattutto all’interno di Ernst&Young e poi del Ministero dell’Ambiente, dove è stato membro dell’autorità competente in materia di EU-ETS e delegato a gruppi tecnici presso la Commissione Europea in materia di emission trading e policy energetiche in generale. Ha inoltre partecipato al lancio di una joint-venture italo americana nel 2009 nel carbon market, nonché risulta – tuttora – coinvolto in verifiche di parte terza su impianti complessi, con la qualifica di lead auditor per lo schema ETS. Combina una passione per procedure, strumenti informatici di supporto e standard, mantenendo però la flessibilità per adattarsi a contesti articolati e mutevoli. Curioso e motivato, sviluppa in prima persona servizi nuovi, in un’ottica spinta di diversificazione aziendale e sinergia tra aree apparentemente diverse.

Sara Leggio, laureata in Economia e Commercio con specializzazione in Economia Ambientale, ha realizzato una tesi di laurea sul meccanismo economico dell’emission trading applicato al distretto conciario toscano. Dopo un Master alla Bocconi in Economia e Management dell’Ambiente, si è trasferita in Cina per due anni e mezzo dove ha lavorato per Enel e per il Ministero dell’Ambiente allo scouting di progetti di efficienza energetica e produzione di energie rinnovabili eleggibili come meccanismi flessibili del Protocollo di Kyoto (Clean Development Mechanism – CDM e Joint Implementation- JI). Rientrata in Italia, ha lavorato per il Ministero dell’Ambiente ai negoziati europei e internazionali sul clima. In qualità di rappresentate della Designated National Authority italiana per l’approvazione di progetti CDM/JI del protocollo di Kyoto, si è occupata anche della verifica del rispetto dei requisiti tecnico-legali di progetti di produzione di energia idroelettrica rispetto a quanto stabilito dalla World Commission on Dams. Ha poi lavorato per un ente in house del Ministero dello Sviluppo Economico per la realizzazione e rendicontazione finanziaria del POIn Energie Rinnovabili PO-FESR 2013-17. Oggi lavora come formatrice e consulente nel settore economico-ambientale.

Daniele Bruschi, Ingegnere elettronico con diversi anni di esperienza nel campo di audit energetici e consulenza energetica a 360° per le medie e grandi imprese. Ha esperienza nell’uso di strumentazione per misure elettriche e nella programmazione di applicativi web per la pubblica amministrazione con l’utilizzo di database mySQL. Si occupa principalmente di consulenza energetica, misurazioni in campo per le analisi energetiche, è Responsabile di Sicurezza Protezione e Prevenzione (RSPP)

Luigi Lana, Nel 2018 ha conseguito la Laurea Magistrale presso il corso di Geologia Applicata all’Ingegneria, al Territorio e ai Rischi dell’Università di Roma “Sapienza”. Durante il suo corso di laurea si è specializzato in Idrogeologia ed Idrogeochimica. Attualmente lavora nel settore HG di Kataclima srl, dove si occupa principalmente di modellazione numerica idrogeologica, raccolta su campo, analisi ed elaborazione dei dati, ed elaborazioni GIS. Ha collaborato ad articoli scientifici sul campo della caratterizzazione idrogeologica ed idrogeochimica dell’Isola di Ischia. Ha tenuto, come collaboratore esterno, il corso “Introduzione a QGIS” presso il Dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche dell’Università della Tuscia. Da Gennaio 2021 è tra i membri fondatori di SYMPLE.

SYMPLE opera di concerto con un Comitato Scientifico composto da:

John Doherty
Giovanni Formentin
Daniel Feinstein
Gabriele Bernagozzi
Vincenzo Piscopo
Francesca Lotti
Oleksandra Pedchenko
Rui Hugman

L'idea SYMPLE

L’idea di fondare SYMPLE nasce dall’esperienza dei Soci Fondatori che attraverso l’interazione con autorità, colleghi e clienti hanno sperimentato il gap esistente tra conoscenze di base idrogeologiche, analisi dei dati ed applicazioni modellistiche.

SYMPLE nasce in conseguenza delle motivazioni riassunte di seguito:

Mentre gruppi di ricerca sviluppano e utilizzano avanzati strumenti di processamento dati e modellazione, la pratica comune ne utilizza una minima parte, sottovalutando enormemente le potenzialità oggi disponibili.

I tentativi di sintetizzare il processo modellistico in step dettagliati si sono rivelati spesso vaghi ed insoddisfacenti, in particolare nelle fasi post-calibrazione. La necessaria schematizzazione rischia di rendere le linee guida un’arma a doppio taglio, suggerendo approcci complessi dove non necessari o semplicistici dove non applicabili.

Uno degli sforzi maggiori nella costruzione di un modello è quello di semplificare la realtà in modo da renderla numericamente gestibile, ma includendo comunque gli aspetti salienti del problema da risolvere. Sebbene ogni modello sia differente dall’altro, possono essere definite delle caratteristiche comuni in progetti che condividono le stesse finalità. Per ogni categoria progettuale si possono schematizzare assunzioni, procedure di lavoro e checklist, ossia “strategie” che comprendano anche software dedicati.

La MISSION

Promuovere e facilitare la comprensione, l’uso e la valutazione dei modelli idrogeologici applicati all’ingegneria, alla gestione ambientale, agli adempimenti normativi e ai processi decisionali in genere, attraverso un programma educativo trasversale associato allo sviluppo di strategie modellistiche per specifici progetti.

Questo verrà raggiunto attraverso:

Scuola di Modellazione Idrogeologica

Integra le competenze di accademici, project managers, professionisti e rappresentanti delle autorità ambientali.

Project-related Strategies

Includono lo sviluppo di nuovi software, interfacce grafiche e procedure basate su specifiche categorie di progetto, come dewatering di miniere, impianti geotermici, barriere idrauliche, ecc.